3 agosto, Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale di ieri è stato molto intenso per temi e per le discussione che si sono sviluppate.
CAMPUS
Inizialmente è stato votato un Ordine del Giorno sul Campus universitario nell’area ex Sem.
Il tema era stato dibattuto anche nella precedente seduta del Consiglio, quando erano stati presentati un Ordine del Giorno con primo firmatario Alessio Mereu (Riformatori) e una mozione con primo firmatario Davide Carta (PD) aventi come punto in comune la necessità di realizzare al più presto un campus in maniera tale da poter cominciare a soddisfare il bisogno costante di alloggi per studenti universitari fuorisede.
Il dibattito di martedì si era chiuso per provare, nella seduta di ieri, ad arrivare a un unico Ordine del Giorno sul tema del Campus condiviso da entrambe le parti politiche.
L’accordo è però mancato; abbiamo allora votato per un nuovo Ordine del Giorno, firmato da tutti i capigruppo del centrosinistra  (https://www.facebook.com/notes/davide-carta/ordine-del-giorno-sul-campus-universitario-nellarea-ex-sem-approvatodalconsigl/10150749521115521?notif_t=note_tag) avente l’obiettivo di dare mandato a Sindaco e Giunta di convocare una conferenza tra le parti interessate (Comune, Regione e Ersu) al fine di definire l’accordo di programma per la realizzazione del Campus, nonché ad assumere le iniziative necessarie per rimodulare e ridefinire l’intervento edificatorio.
DELIBERA ASCENSORI
Abbiamo votato due Deliberazioni della Giunta (154 e 155) riguardanti l’installazione di piattaforme elevatrici, usate da anziani e portatori di handicap.
Non è questo un tema scontato: la tempistica per avere le autorizzazioni all’installazione di elementi essenziali per contribuire al miglioramento delle condizioni di vita è lunghissima.
Una delle due istanza datava come inizio del suo iter ottobre 2009 e l’altra dicembre 2009: più di 20 mesi per avere una risposta definitiva sono veramente troppi, in futuro anche un cambio di tempi su questi temi sarà il segnale di una amministrazione differente.
Una nota di colore: alcuni interventi da parte dell’opposizione sono stati propositivi e avevano il primo intento di collaborare per offrire un miglior servizio alla cittadinanza.
Altri, uno soprattutto, mi sono sembrati paradossali. C’è infatti chi ha affermato che apsettare 20 mesi per poter iniziare i lavori era una vergogna. È proprio così, peccato che di questi 20 mesi 19 corrispondessero alla vostra amministrazione. Ogni tanto a non parlare si farebbe miglior figura…
PIANO DELLE AREE AL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SCOPERTE –
SOSPENSIONE DELL’ESECUTIVITA’ DELLA DELIBERAZIONE C.C. n.32 DEL 31 MARZO 2011
Abbiamo votato per la sospensione dell’esecutività del piano, in quanto lo stesso aveva delle criticità evidenti già alla sua pubblicazione nel marzo 2011. L’obiettivo è correggerne rapidamente gli aspetti critici e ripresentarlo rapidamente.
INTERROGAZIONE LAVORATORI INTERINALI
Ieri ho anche presentato un’interrogazione urgente (purtroppo non c’è stato tempo di discuterla in aula), come secondo firmatario il Consigliere Enrico Lobina. L’interrogazione era rivolta al Sindaco  e all’Assessore al Personale e riguarda i lavoratori interinali assunti dal Comune di Cagliari. L’abbiamo proposta insieme ad Enrico, che già si è occupato in passato di interinali, ecco il testo:
INTERROGAZIONE URGENTE AL SINDACO
E ALL’ASSESSORE AL PERSONALE
SU LAVORATORI INTERINALI IN SCADENZA DI CONTRATTO
Premesso che
Il Comune di Cagliari tramite l’Assessorato al Personale ha assunto in data 26 aprile 2011 49 lavoratori interinali per dei contratti di collaborazione col Comune, uno in data 20 aprile 2011, uno in data 27 aprile 2011, uno in data 13 maggio 2011, uno in data 17 maggio, che i suddetti contratti di collaborazione sono tutti scaduti nel mese di luglio (4 l’8 luglio, 5 il 20 luglio, 43 il 25 luglio e uno solo il 12 maggio)
Considerato che
Scaduti i suddetti contratti decadono le collaborazioni con gli stessi lavoratori e dunque vengono a mancare dei collaboratori per le attività del Comune.
Si chiede al Sindaco e all’Assessore al Personale
Come si intenda agire in futuro, ossia se ricorrere al lavoro interinale o seguire altre forme di contrattualizzazione, fatti salvi i limiti imposti dalla Legge Finanziaria corrente;
Se il Comune di Cagliari intenda continuare a servirsi di agenzie interinali per il reperimento dei lavoratori.
In tal caso, si chiede che venga data massima trasparenza al metodo di selezione, con pubblicazione non solo delle mansioni alle quali i lavoratori sono chiamati ad adempiere, ma anche dei titoli degli stessi.
*****
L’interrogazione nasce con l’idea che il Comune in futuro adotti una politica di totale trasparenza e che siano evidenti i criteri secondi i quali vengono assunti i lavoratori.
Trasparenza che vuole anche dire che il Comune, chiunque lo governi, non abbia più come costume quello di assumere 53 lavoratori 15 giorni prima delle elezioni.
Credo che chi opera (o abbia operato) in questa maniera non dia un segnale di chiarezza nei confronti della cittadinanza e contribuisca anzi a inspessire quel velo opaco che per troppo tempo ha coperto l’amministrazione della nostra città.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in varie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...