L’emendamento del Consigliere Petrucci al bilancio di previsione

UNIONE_SARDA_22_APRILE_2014

Immagine | Posted on di | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Intervento del Consigliere Petrucci in merito al Bilancio comunale 2014

Grazie Presidente,
Ci accingiamo ad approvare il Bilancio di Previsione pluriennale 2014-2016.
È il terzo anno in cui questa maggioranza ha avuto l’onore e l’onere di disegnare economicamente, attraverso appunto il programma finanziario, la città di Cagliari.
Siamo ancora davanti a numerose incognite dovute a tutte quelle variabili quali Patto di Stabilità, Legge di Stabilità ecc., che lo stato centrale ci impone e alle quali noi, come amministratori di un ente locale, dobbiamo dare seguito.
Comune, il nostro, che non è in crisi, che ha i conti in regola che ha la capacità e la volontà di programmare il suo futuro.
Questo bilancio previsionale data 30 dicembre e si presenta contestuale al procedimento di approvazione della Legge di Stabilità 2014, avvenuto appena tre giorni prima della votazione in Giunta; non possiamo fingere che questa Legge non abbia avuto un impatto notevole sulla programmazione economica e sulla finanza locale; da qui anche il bisogno di integrare il bilancio con un emendamento a marzo.
Anche il Comune di Cagliari deve fare ancora una volta i conti con le decisioni dello Stato centrale.
Le opportunità per la città di crescere, la ripresa dei consumi e dell’economia si collegano di fatto alle limitazioni che ci impone lo Stato
La sensazione è che anche i mesi futuri saranno difficili, per noi che abbiamo il compito di amministrare il comune di Cagliari, e per i cittadini ai quali sarà chiesta piena collaborazione.
Il principio sul quale si è appunto basata la manovra finanziaria, rispetta l’equilibrio economico e il difficile compito di rispettare i termini imposti dal patto di stabilità; contestualmente sono stati fatti tutti gli sforzi per lavorare affinché il patto imposto dallo Stato non bloccasse le attività della nostra amministrazione.
Non sono un tecnico ma posso immaginare le difficoltà che gli uffici hanno riscontrato per rispondere sia alle esigenze spiccatamente di natura economico-finanziarie, sia quelle di natura più squisitamente politico-amministrativo da noi portate avanti. Il lavoro è stato comunque possibile e si sono rispettate tutte le esigenze.
È un bilancio che ha tenuto conto del diritto allo studio poiché non si sono operati tagli alla pubblica istruzione; che ha tenuto conto della salute dei suoi cittadini, senza fare tagli  ai servizi sociali; che ha saputo operare senza dimenticare la competitività che serve per la crescita della città stessa.
Diversi sono i temi di cui mi sono occupato in quanto Consigliere.
È un bilancio che prevede una notevolissima mole di interventi sul piano dei lavori pubblici, con un piano triennale corposo e che già è visibilmente in atto, poiché possiamo veder come in diversi quartieri cagliaritani siano in azione gli operai.
A San Benedetto è partito un piano di abbattimento di barriere architettoniche, nato proprio su spinta di un’iniziativa politica condivisa e portato avanti insieme alla COADI; un piano per migliorare la vita di tutti i residenti e i fruitori di quel quartiere.
Abbiamo previsto, proprio tramite il piano triennale, tutta una serie di interventi sugli impianti sportivi, interventi che andranno a stravolgere in positivo l’impiantistica sportiva cagliaritana, dandole finalmente un aspetto nuovo, moderno e coerente con l’attività sportiva praticata oggi nella nostra città; e contestualmente, in questo periodo di grande crisi, non abbiamo effettuato tagli sui finanziamenti alle attività sportive.
Non bisogna scordare l’impegno svolto nel corso degli anni da questa amministrazione per ciò che riguarda la tutela e il decoro dei cimiteri; permettetemi in questo frangente di ricordare il grande lavoro svolto dall’Assessore Paola Piras per i cimiteri in generale nonché soprattutto per il cimitero di Bonaria, restituito a una bellezza antica con interventi a costo quasi zero.
Il tracciato segnato da Paola Piras e dai lavori della Commissione che presiedo sta proseguendo; l’impegno che l’Assessore Paola Loi sta portando avanti in merito alle Cappelle cimiteriali di Bonaria va segnalato, così come il rifacimento dei colombari dell’Orto delle Palme nonché i lavori previsti negli altri due cimiteri cittadini.
Al cimitero San Michele attualmente sono in via di ultimazione circa 470 loculi, dei quali 140 già utilizzati, 140 pronti e 190 ancora da rendere disponibili (stanno ultimando il marciapiede).
Sono  in via di ultimazione altri 350 loculi, lungo il viale monumentale di sinistra. Questi fanno parte di un progetto più ampio di 1620; poiché c’è stato un ricorso al TAR relativo all’ultima gara, ma la realizzazione di loculi è necessaria e urgente, è stato comunque fatto un affidamento di urgenza nei limiti del quinto del valore dei lavori, che corrisponde appunto a 350 loculi. Dopo questi, si proseguirà con l’edificazione degli altri 1270, fatto salvo l’esito del ricorso.
È inoltre in corso la procedura di affidamento lavori per altri 330 loculi, posti sulla parte destra dietro la chiesa.
Infine Pirri, dove è in corso la progettazione definitiva dell’ampliamento del cimitero, per un importo di 1.600.000€
Anche se non ha ancora il dovuto risalto, stiamo facendo un lavoro importante sulla programmazione dei fondi strutturali (orientando e non subendo i POR e partecipando a tutte le azioni del PON); su questo credo si dovrebbe puntare ancora di più, anche per far fronte alla scarsità di risorse ordinarie.  (N.B. PON programmi operativi nazionali)  POR (programmi operativi regionali.
Inoltre, siamo in chiusura di PAES (Piano azione energia sostenibile) che con la sua forza ha contaminato anche il nuovo regolamento  edilizio e stiamo per sottoscrivere un protocollo di intesa con la regione per il programma “Smart City – Comuni in Classe A” che ci consentirà di programmare e organizzazione attività di informazione, sensibilizzazione e animazione territoriale sui temi legati alla sostenibilità.
Ho piena fiducia che l’Assessore Cadeddu sarà in grado di operare al meglio in questi ambiti.
********
Lo sforzo di Bilancio fatto dall’amministrazione, è il caso ancora una volta di sottolinearlo, avviene all’interno di uno scenario difficile; è una sfida per questa Amministrazione che si è impegnata a rendere Cagliari una città vivibile sotto tutti gli aspetti.
In quanto Consigliere Comunale credo nell’importanza dei principi in tema di programmazione: il Bilancio deve costituire una guida e una mappa per noi in questo cammino non facile.
Il Bilancio di Previsione è il documento centrale del ciclo di programmazione e controllo dell’ente; deve assolvere contemporaneamente le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, economico-finanziario ed informativo, nonché esprimere con chiarezza e precisione gli obiettivi, il fabbisogno finanziario e la sostenibilità dello stesso: questo Bilancio è stato scritto sulla base delle direttive politiche che noi ci demmo 3 anni orsono.
Siamo coscienti che su alcuni punti saranno necessari degli interventi successivi, e non mancheranno emendamenti anche da parte della maggioranza. Emendamenti strutturali, dettati dall’esigenza di apportare delle migliorie alla programmazione finanziaria presentata.
Credo che questo Bilancio di Previsione, nonostante le esigenze economiche già spiegate all’inizio, offra una prospettiva d’insieme, nella quale emerge la nostra volontà di continuare a puntare sul valore delle forze presenti sul territorio, promuovendo tutti gli aspetti che possano migliorare la vita di tutti i cittadini cagliaritani.
In questo senso va lo sforzo sul capitolo del sociale, un capitolo che pur rispondendo alle esigenze diversificate presenti nei vari quartieri cittadini, non dimentica che l’assistenzialismo fino a se stesso non aiuta, tanto meno migliora la qualità della vita.
Io credo che in questa delicata fase storica questa Amministrazione sia riuscita a dimostrare che è possibile fare e fare bene per la città, anche in condizioni difficili, a livello nazionale e regionale.
L’approvazione del Bilancio dal punto di vista finanziario è anche un’occasione per fare un bilancio delle attività in generale poste in essere dall’amministrazione. Sono cosciente, anche osservando la realtà di tanti Comuni italiani in dissesto, che noi stiamo operando al meglio riuscendo a ottenere un buon risultato senza provocare buchi.
Ma possiamo fare comunque di più. Possiamo e dobbiamo occuparci più seriamente del patrimonio del nostro Comune, non mi smetterò mai di dirlo; perché è impensabile che questo non venga valorizzato, che non venga messo a disposizione dei cittadini -ove possibile-, che non venga alienato -se non indispensabile-; è assurdo, che anche di fronte alle richieste dei revisori dei conti non si operi una rivisitazione seria dei canoni di locazione. Dobbiamo fare di più.
Dobbiamo ridare valore alle sedi circoscrizionali, entrate in sofferenza dopo la perdita del loro peso politico; in questo senso, la strada intrapresa in questi anni, e alla quale l’Assessore Loi sta provando a dare un esito positivo deve essere un ripensamento radicale di queste strutture.
È  possibile e augurabile contenere i costi e nello stesso tempo migliorare i servizi per la città
Le sedi circoscrizionali devono acquistare un nuovo ruolo ed essere “antenne” sui quartieri, luoghi di ascolto e di orientamento, capaci però di assumere anche altre funzioni orientate al cittadino: risposte a bisogni di informazione, spazi per iniziative sociali e culturali (con misurabile beneficio per la cittadinanza), poli di servizio che sappiano declinare in modo efficiente il concetto di “decentramento”. Tramite le sedi delle circoscrizioni, noi dovremo saper dare dei servizi e ancora di più, fare da tramite tra chi questi servizi può offrirli alla comunità, magari sopperendo a possibili mancanze del Comune. Abbiamo gli spazi, abbiamo associazioni che da tempo chiedono di contribuire, e possono farlo perché ne hanno i mezzi culturali, associazioni che noi dobbiamo ascoltare; dobbiamo metterci la volontà politica: e dobbiamo farlo, non da domani ma da oggi.
Torno anche sul tema dell’informatizzazione e del sito internet; abbiamo già lavorato e arricchito un patrimonio digitale non indifferente, abbiamo una  rete in fibra ottica che si estende per circa 120 km, abbiamo sistemi di controllo del traffico urbano e della mobilità, abbiamo una cultura consolidata dell’Open Data e dell’Open Service. Ma anche qui, dobbiamo fare di più: c’è la volontà del Consiglio espressa tramite una mozione anni fa, ci sono fondi a bilancio.
Ma questo non basta; noi dobbiamo capire che i servizi che potremo offrire saranno un bene essenziale, ancorché impalpabile, per i cittadini e dobbiamo crederci perché questo è un dato veramente importante per tutta la cittadinanza.
Infine, mi permetto una speranza e un auspicio.
La speranza è connessa alla candidatura di Cagliari Sardegna capitale europea della cultura 2019; noi non ci rendiamo conto dell’enorme riscontro che già sta avvenendo a livello di promozione turistica; una promozione, tra l’altro a costo zero, che vede la nostra città nominata in radio e televisioni nazionali, presentata e sempre più conosciuta. La speranza, ovviamente, è che la candidatura si concretizzi e divenga realtà.
L’auspicio: vorrei veder al più presto il piano particolareggiato del centro storico.
Vi ho lavorato su, ci sono stati tanti momenti di confronto, ma è ora veramente di dare seguito al lavoro fatto, di permettere che anche nei quartieri storici si possa operare, per il bene degli stessi quartieri e affinché ci possano essere nuove occasioni di lavoro nel campo dell’edilizia. Cagliari resta l’unica città che dopo 70 anni ha ancora i buchi delle bombe; è indecente e perfino antistorico che esistano queste ferite aperte nella città.
Con questo concludo il mio intervento, grazie e buon lavoro.
Pubblicato in Sedute del Consiglio Comunale | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

La mappa misteriosa

Il nostro Consigliere ricorda uno dei temi comunali importanti ancora non trattati a sufficienza: il patrimonio. Ecco la sua intervista sull’Unione Sarda di oggi.

UNIONE_SARDA_31_MARZO_2014

Pubblicato in Comm. Affari Generali | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Consiglio Comunale, 25 e 26 marzo 2014

Consiglio Comunale, 25 marzo 2014
Il Consiglio ha avviato i lavori con l’abituale spazio dedicato alle interrogazioni:
- Ho presentato personalmente un’interrogazione urgente , sul fatto che nel nostro palazzo comunale l’ascensore che permetterebbe un accesso diretto alle sale dei gruppi consiliari (e un accesso normale all’altro ascensore che porta alla sala consiliare) sia da anni fuori uso. L’Assessore Luisa Anna Marras ha reso noto che l’ultima gara per le manutenzioni è andata deserta e che a breve si opererà nuovamente per assicurare le corrette manutenzioni. Mi sembra comunque assurdo che lavori fatti pochi anni fa (ascensori vari in città e parco della musica sono due esempi semplici e chiari) presentino tutte queste problematiche e non venga assicurata un’accessibilità per tutti. Stiamo lavorando per superare questi problemi (e il progetto su San Benedetto lo dimostra ) ma mi resta sempre l’amarezza di non capire come sia possibile che progetti che hanno pochi anni di vita presentino tutti questi problemi. Soprattutto, bisognerà ben capire chi questi progetti li ha firmati.
- Il Consigliere Giovanni Dore (Sardegna pulita) ha interrogato Sindaco e Giunta sulla situazione dell’Hostel Marina Cagliari, realizzato con circa € 2,5 milioni di fondi pubblici e di proprietà del Comune di Cagliari, e dato in gestione all’ AIG (l’Associazione Italiana alberghi per la Gioventù) per 20 anni a canone gratuito; nella convenzione l’AIG si è impegnata ad attuare un programma di assunzione che prevedeva l’impiego di almeno 11 unità operative destinate ai vari servizi. Nel contratto di affidamento, si prevede che il contratto potrà essere risolto in caso di mancato adempimento agli obblighi di assunzione dei dipendenti e del versamento del trattamento economico. La reddittività dell’ostello di Cagliari è ottima, mentre quella complessiva nazionale è in deficit. Così mentre in passato la sede cagliaritana era autorizzata a pagare dipendenti e fornitori con i propri fondi derivati dagli incassi, da alcuni mesi la sede nazionale impedisce tale operazione e, di fatto, non consente il pagamento puntuale di dipendenti e fornitori. In particolare, a tutt’oggi i dipendenti non ricevono lo stipendio da dicembre e sono in serie difficoltà. L’Assessore alla Pianificazione Strategica Barbara Cadeddu ha assicurato l’immediata attivazione degli uffici al fine di contestare all’AIG tale grave inadempienza, precisando che in caso di mancato pagamento di tali oneri, il contratto verrà dichiarato risolto di diritto. Dore ha inoltre chiesto di aprire un tavolo immediato con l’AIG e gli operatori regionali al fine di valutare la possibilità che venga scorporato l’organismo regionale da quello nazionale, in modo che il servizio possa proseguire nell’interesse della città e nel rispetto dei diritti dei lavoratori al cui fine prevalentemente vennero erogati consistenti fondi pubblici.
- Il Consigliere Udc Giovanni Chessa ha presentato un’interrogazione urgente sulla sicurezza della viabilità in Viale Merello. Lo scorso 4 ottobre è stata emessa un’ordinanza che dispone il divieto di transito a motocicli, ciclomotori e velocipedi, istituendo un limite massimo di 10 km/h per tutti i veicoli. Ha prontamente replicato l’Assessore ai Trasporti Mauro Coni: le limitazioni al traffico non sussistono più ed i cartelli sono stati occultati, dunque non hanno alcun valore.
- E’ seguita un’interrogazione urgente del Consigliere Claudio Cugusi (Gruppo Misto) sul rinvio del termine di presentazione delle domande per i contributi alle Associazioni Culturali, con proroga dell’ultimo minuto. L’Assessore alla Cultura Enrica Puggioni, ha dichiarato di dover sentire ancora gli uffici per poter dare contezza dell’accaduto. Mi sembra che questa sia una decisione amministrativa;  se errore è stato commesso, ritengo comunque sia stato fatto nell’interesse di tutti i partecipanti per consentire  a tutti di avere i chiarimenti e le spiegazioni richiesti da alcuni.
- Il consigliere Pdl Maurizio Porcelli ha interrogato l’amministrazione lamentando la mancata anticipazione delle ultime mensilità della Legge n°162/98  a persone affette da grave disabilità. L’assessore alle Politiche Sociali Luigi Minerba intende seguire personalmente la questione.
-Il Consigliere Pdl Giuseppe Farris ha presentato un’interrogazione urgente concernente l’affidamento dei servizi integrati di igiene urbana città di Cagliari. L’assessore Leo ha riferito dell’avvenuta ricezione di una comunicazione dell’Istituto di Vigilanza sui Contratti, Servizi e Forniture. Sono in corso tutte le valutazione necessarie, dopo di che seguirà formale replica dagli uffici competenti, che andranno ad applicare le procedure previste.
Terminate le interrogazioni, è seguita l’approvazione del Debito Fuori Bilancio in favore della Società Soucup per prestazioni di servizio effettuate presso la Casa di Accoglienza per anziani (spesa complessiva 7.269,68 euro). Su 30 presenti, 16 voti favorevoli, 3 contrari e 11 astenuti. Vi è stato un dibattito su come siano state effettuate queste spese, non chiare a molti Consiglieri. In ogni caso, tutti i debiti fuori bilancio, dopo la votazione in aula, passano al vaglio della Corte dei Conti che dovrà controllare la correttezza delle operazioni.
I lavori sono poi proseguiti e conclusi con la presentazione della proposta di deliberazione del Consiglio con oggetto la soppressione della commissione per la formazione della graduatoria di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e relativa commissione per la mobilità degli alloggi.  Il documento è stato respinto con 12 voti contrari ,5 favorevoli e 17 astenuti.
Consiglio Comunale, 26 marzo 2014
Di seguito le sei interrogazioni trattate in apertura dei lavori
- Sono intervenuto per chiedere conto all’Assessore Puggioni di un odg votato ormai quasi 2 anni fa sulla trasparenza della gestione degli impianti sportivi. Il problema è sempre lo stesso: bisogna dar conto dello stato del patrimonio (in generale, quello della cultura, quello dello sport ecc.) e rendere chiaro (anche tramite il sito del Comune) chi gestisce questi impianti, come si possano usare questi stessi e come fare richieste per poter organizzare delle manifestazioni. L’Assessore mi ha segnalato che negli impianti gestiti dal Comune si è iniziato a mettere i cartelli con le indicazioni all’ingresso, mentre siamo ancora in ritardo per la pubblicazione sul sito (vi ricordo che la Commissione Affari Generali che presiedo ha votato un anno e mezzo fa una mozione affinché si offrisse un sito internet del Comune migliore per l’utenza). Continuerò ad adoperarmi sia affinché il sito sia realmente fruibile da tutti i cittadini, sai affinché tutte le informazioni sul patrimonio siano chiaramente accessibili per tutti.
-l’interrogazione del Consigliere Porcelli sulla mancanza di cassonetti per la raccolta dell’umido in diversi punti della città. L’Assessore ai Servizi Tecnologici Pierluigi Leo ha fatto presente che parecchi cassonetti vengono a mancare a causa di incidenti o atti di teppismo: alcuni si rompono nel momento del carico e svuotamento, ben 30 son stati bruciati a Natale e parecchi vengono rubati. Ne sono stati ordinati 200, per una spesa di circa 7.000 euro più iva.
-l’interrogazione del Consigliere Chessa sull’uso improprio degli spazi condominali degli alloggi ERP. L’assessore Marras, pur non sottovalutando affatto il problema, ha fatto presente che l’amministrazione comunale non può svolgere il ruolo di sceriffo.
-l’interrogazione della Consigliera Sel Marisa Depau relativa allo stato di degrado delle aree cortilizie delle case parcheggio in Via is Mirrionis.  Allo stato attuale bisogna capire se tali aree possono essere trasformabili in strade; è più probabile possano essere risistemate e diventare degli spiazzi vivibili e utilizzabili dai cittadini.
- Il consigliere Pierluigi Mannino (Patto per Cagliari) ha chiesto lumi circa la situazione del locale “La Paillote”. Pur non trattandosi di un sito di competenza del Comune di Cagliari, ma della Regione Sardegna, ha replicato l’assessore all’Urbanistica Paolo Frau. Pare che i piccoli volumi iniziali siano andati ad espandersi sino ad arrivare a volumetrie non consentite. Gli attuali gestori non hanno ottenuto il rinnovo della concessione regionale scaduta lo scorso 31 ottobre.
- l’ultima interrogazione ha riguardato la sicurezza per i pedoni nell’incrocio tra Viale Trieste e Via Pola. L’Assessore Coni ha garantito che verranno eseguiti a breve tutti gli interventi necessari.
I lavori sono proseguiti con la trattazione della proposta di deliberazione riguardante il nuovo Regolamento per la  mobilità. 29 voti favorevoli su 33 presenti.
A seguire, una mozione sul punteruolo rosso delle palme , primo estensore il collega Ferdinando Secchi (Sardegna pulita), condivisa anche da me e altri consiglieri di maggioranza. previa approvazione di un emendamento dei colleghi Secchi e Dore, il documento è stato approvato con 27 voti favorevoli su 29 presenti.
E’ stato poi approvato l’ordine del giorno della Commissione Consiliare Trasporti presieduta dal Consigliere Pd Guido Portoghese, per il potenziamento e l’implementazione del servizio metropolitano della linea ferroviaria Cagliari – Decimomannu. 25 i voti favorevoli e 4 astenuti.
Il Consiglio si è concluso con la mozione del Consigliere Pdl Giuseppe Farris e più sull’ esercizio del parcheggio abusivo. Il documento è stato pesantemente respinto con 16 voti contrari, 2 astenuti e soli 8 voti favorevoli.
Pubblicato in Sedute del Consiglio Comunale | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Consiglio Comunale, 18 marzo 2014

Il Consiglio ha avviato i lavori con la presentazione di due interrogazioni con oggetto lo stesso tema, ovvero l’attività di vendita di ricci, aventi come estensori la Consigliera Sel Marisa Depau e il Consigliere Udc Giovanni Chessa. L’Assessore alle Attività Produttive Barbara Argiolas ha riconosciuto l’importanza del tema, asserendo che meriterebbe l’apertura di un tavolo di confronto con la Regione Sardegna e l’ASL. E’ assolutamente necessario capire quali autorizzazioni specifiche debbano acquisire i venditori per poter operare nella legalità e garantire un servizio tanto caro ai cagliaritani. L’area attrezzata di Su Siccu sta funzionando bene, anche alla luce del fatto che si è riusciti a far posizionare sedie e tavolini per la degustazione.
Si è poi passati alla mia nuova interrogazione relativa all’ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale sulla trasparenza della gestione degli spazi comunali in capo all’Assessorato alla Cultura.  L’Assessore alla Cultura Enrica Puggioni si è pubblicamente scusata per i ritardi di pubblicazione nel portale del comune. Il sito è in fase di ampliamento e ristrutturazione e finalmente dalla prossima settimana saranno on line i dati relativi ai centri culturali (costi, caratteristiche, attrezzature, planimetrie, ecc). È però un dato che le mozioni e gli odg votati dal Consiglio Comunale su temi importanti e che faciliterebbero la vita dei cittadini, siano trasformati in atti concreti con troppo ritardo. Questa mia interrogazione si lega a quella presentata il 19 febbraio inerente il patrimonio comunale ; ancora una volta è infatti essenziale mettere ordine e dare la necessaria chiarezza ai cittadini su come siano gestiti gli spazi del Comune e più in generale tutti i suoi beni patrimoniali. Ce lo chiedono i cittadini e lo abbiamo promesso in campagna elettorale, deve essere una delle priorità.
A seguire, il Consigliere Pierluigi Mannino (Patto per Cagliari) ha presentato l’interrogazione sulla mancata attivazione della Cagliari Tourist Card. Allo stato attuale si sta lavorando per arrivare ad un sistema museale ed archeologico integrato nel territorio, tenendo conto che prossimamente si apriranno anche il sito di Tuvixeddu e l’anfiteatro romano.
Il Sindaco Massimo Zedda ha datto contezza al Consigliere Pdl Giuseppe Farris riguardo la stipula del contratto con il nuovo Sovrintendente della Fondazione Ente Lirico. Un mese fa è stato richiesto agli uffici competenti una copia del contratto della Signora Crivellenti. Tale contratto è stato dunque sottoposto all’attenzione del neo-Sovrintendente Meli e dei suoi legali; in risposta sono giunte tre bozze diverse con modifiche sostanziali. Allo stato attuale il Sindaco è in attesa che il nuovo sovrintendente firmi il contratto, così come è stato proposto a suo tempo al cda.
Lo spazio dedicato alle interrogazioni si è concluso con il documento presentato dai Consiglieri Sardegna Pulita Giovanni Dore e Ferdinando Secchi con oggetto il servizio di bike sharing. Gli estensori lamentano che la tessera annuale possa essere ritirata dai residenti solo in Via delle Serre a Quartucciu. L’Assessore ai Trasporti Mauro Coni ha riconosciuto un ritardo nell’organizzazione, ma ha dato rassicurazioni in merito: le tessere potranno essere ritirate anche in Piazza Matteotti. E’ inoltre possibile per i turisti fare un abbonamento per una/due giornate.
I lavori sono proseguiti con i successivi punti all’ordine del giorno:
- l’ordine del giorno del Consigliere Claudio Cugusi (La Base, Gruppo Misto) per l’esenzione dell’IMU per i proprietari di terreni in aree fabbricabili; l’odg è stato emendato e corretto dopo gli interventi di maggioranza e il risultato finale porta la firma anche dei Consiglieri Carta e Ballero (PD) . Il documento è stato approvato con 32 voti favorevoli su 31 presenti.
- la mozione del Consigliere Farris e più relativa all’impiego di minori nell’accattonaggio, respinta con 19 voti contrari su 34 presenti.
- la Proposta di deliberazione del Consiglio con oggetto la modifica del piano urbano della mobilità. Il Servizio Lavori Pubblici ha elaborato il progetto preliminare “Sistema Coordinato di Parcheggi di Scambio nel Centro Storico – Parco Cammino Nuovo”, al fine di recuperare e riqualificare le pendici delle fortificazioni occidentali della rocca di Castello ed a ridurre il carico veicolare sul tessuto urbano. Previa presentazione e approvazione di un emendamento della Commissione Consiliare Trasporti, il documento è stato approvato con 20 voti favorevoli e 13 astenuti.
- l’odg del Consigliere Psd’az Paolo Casu sulle problematiche legate alla promozione, sostentamento e sviluppo delle attività sportive in città. Il documento è stato approvato all’unanimità.
-l’odg del Consigliere Pd Guido Portoghese e il relativo allegato sulla riorganizzazione della circolazione veicolare nell’area di confine tra Pirri e Monserrato, è stato approvato, previa qualche rettifica, con 22 voti favorevoli e 13 astenuti.
-l’odg del Consigliere Claudio Cugusi e più, per aderire al Progetto Eliminate avviate dall’Unicef e dal Kiwanis International campagna finalizzata all’eliminazione del tetano materno neonatale: 21 i voti favorevoli su 22 presenti.
Pubblicato in Sedute del Consiglio Comunale | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Consiglio Comunale, 25 febbraio 2014

Consiglio Comunale, 25 febbraio 2014
Il Consiglio ha avviato i lavori con la presentazione di cinque interrogazioni:
-l’interrogazione della Consigliera Sel Marisa Depau sul contratto in essere tra il Comune di Cagliari e l’AIG (Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù) per l’Hostel Marina. L’Assessore alla Pianificazione Strategica Barbara Cadeddu ha ben relazionando lo stato di fatto: l’AGI, nel suo ruolo di gestore, non deve versare alcun affitto per i primi dieci anni, dunque solo a partire dal marzo 2020 verrà concordato un canone di locazione, che terrà naturalmente conto degli investimenti fatti e dell’occupazione creata (l’AGI ha investito nella struttura oltre 400.000 euro per tutta una serie di lavori di ampliamento, ed ha diversi dipendenti). La Consigliera Sel ha però evidenziato la mai pervenuta consegna delle relazioni annuali.
- due interrogazioni urgenti sullo stesso tema dei Consiglieri Enrico Lobina (Fed Sin) e Davide Carta (Pd), che esprimevano grande disappunto per una nota del dirigente Claudio Papoff rivolta al personale del Servizio Ambiente, Parchi e Verde. I toni usati sono stati giudicati aggressivi e offensivi da entrambi gli estensori delle due interrogazioni. Nel suo intervento l’Assessore al personale Anna Paola Loi si è dichiarata concorde. Papoff è stato richiamato dal Direttore Generale al fine di fornire una convincente giustificazione. A tale incontro è seguita una nota di scuse da parte del dirigente.
- l’interrogazione del Consigliere Udc Giovanni Chessa sulla mancata riapertura del giardino comunale sul tetto verde del parcheggio pubblico tra le vie Manzoni e Carducci. Ha replicato l’Assessore all’Urbanistica Paolo Frau, ribadendo ciò che già aveva avuto modo di dire durante alcune precedenti sedute, ovvero, che in seguito ad alcuni atti di vandalismo, alcuni pali risultano manomessi. Per questioni di sicurezza il giardino resterà obbligatoriamente chiuso finché i pali non verranno rinsaldati.
-l’interrogazione del Consigliere Psd’Az Paolo Casu sulla presenza di un antiestetico cartellone pubblicitario in un’area adibita a quartiere nella Via del Donoratico. Il Sindaco in persona si è dichiarato concorde ed ha garantito di seguire la questione inviando il documento a chi di dovere.
Terminate le interrogazioni, i lavori sono proseguiti col dibattito sul programma triennale 2014/2016 e relativo elenco dei lavori.
A seguire sono state discusse e votate due mozioni:
- la mozione del Consigliere Udc Renato Serra e più sui lavori di realizzazione di una rotatoria nell’intersezione tra l’asse mediano, Via Tramontana e Via dei Salinieri.
Il documento è stato respinto con 9 voti favorevoli, 23 contrari e un astenuto.
-la mozione dei Consiglieri del Gruppo Sardegna Pulita Ferdinando Secchi e Giovanni Dore sullo smaltimento, rigenerazione e acquisto di attrezzature informatiche. E’ incredibile come anche davanti ad un documento così condivisibile, che incoraggia i cittadini a dare importanza alle “3R” (ridurre, riutilizzare, riciclare), l’opposizione sia riuscita a mostrare il meglio di se, insinuando che si volessero favorire alcune aziende. È evidente che il documento mira ad impegnare l’amministrazione ad una virtuosa eliminazione degli sprechi. Con buona pace dei 7 astenuti, i 21 voti favorevoli sono ampiamente bastati a far approvare il documento
Pubblicato in Sedute del Consiglio Comunale, varie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Consiglio Comunale, 18 e 19 febbraio 2014

Consiglio Comunale, 18 febbraio 2014
Il Consiglio ha avviato i lavori con la presentazione di 6 interrogazioni:
-l’interrogazione del Consigliere Udc Giovanni Chessa sulla casa di accoglienza Vittorio Emanuele II Località Terramaini. Il documento suggerisce la sostituzione della normale illuminazione con quella a led e chiede modalità e materiali usati per le pulizie. L’Assessore alle Politiche Sociali Luigi Minerba si è dichiarato d’accordo  con gli aspetti oggetto dell’interrogazione ed ha ribadito l’importanza di una riqualificazione complessiva della struttura, anche in termini strutturali.
-l’interrogazione del Consiglieri Giovanni Dore e Ferdinando Secchi (Sardegna pulita) sulla tutela del decoro urbano e degli atti di vandalismo in città. Il Sindaco ha riconosciuto nel suo intervento un problema di comunicazione: spesso l’amministrazione non interviene tempestivamente perché non ha notizia delle azioni in oggetto in tempo reale. Potrebbe essere ragionevole chiedere la concessione d’uso di alcuni spazi, soprattutto per gli studenti universitari, per offrire spazi di svago e socializzazione alternativi, che possano essere monitorati in modo adeguato. Massimo Zedda ha inoltre ricordato l’eccezionale lavoro svolto dal servizio della Polizia Municipale nel presidio del territorio, anche nelle ore notturne.
Sono poi state presentate in aula 4 interrogazioni urgenti
-l’interrogazione del Consigliere Pierluigi Mannino (Patto per Cagliari) sullo stazionamento dei rifugiati politici sotto i portici del palazzo comunale. Come ha replicato l’Assessore ai Servizi Sociali, si è agito di concerto con questura e prefettura. Dopo aver riattivato il centro di accoglienza, il Comune è intervenuto con risorse regionali per  il periodo necessario al rilascio della documentazione necessaria alla verifica dello status di rifugiati politici. Il Sindaco è poi intervenuto per mettere in luce una possibile speculazione in atto: “qualcuno ha illuso queste persone che un presidio permanente sotto i portici comunali avrebbe garantito loro soldi, casa e lavoro”. Se così fosse sarebbe gravissimo.
- tre interrogazioni con oggetto l’emergenza acqua potabile presentate dal Consigliere Enrico Lobina (Fed Sin), Claudio Cugusi (Gruppo Misto) e Davide Carta (Pd). Il Sindaco nel suo intervento ha evidenziato come la cattiva comunicazione  dell’emergenza non abbia consentito un’adeguata risposta.
A seguire la trattazione delle interrogazioni sono stati illustrati dal Sindaco Zedda due  proposte di regolamento: la prima riguardante la concessione del patrocinio comunale, la seconda il cerimoniale e l’utilizzo del Gonfalone. Entrambi i documenti sono stati oggetto di recenti sedute della Commissione Affari Generali che presiedo e due emendamenti, uno per regolamento, sono stati elaborati durante i lavori della Commissione. L’emendamento relativo al patrocinio è stato approvato in aula con 30 voti favorevoli su 31 presenti; il secondo, relativo al Gonfalone, con 18 voti favorevoli e 9 astenuti. Le due proposte di regolamento così emendate sono entrambe state approvate: 30 voti favorevoli su 31 presenti la prima, 24 favorevoli e 7 astenuti , la seconda.
E’ stato poi approvato un debito fuori bilancio relativo ad una vecchia causa piuttosto complessa ed onerosa (oltre 600.000 euro!) risalente al 1998, tra l’amministrazione e l’impresa costruzioni CAP (Cemento Armato Compresso). 24 i voti favorevoli su 26 presenti.
 I lavori si sono conclusi con l’approvazione della variante al piano di sistemazione degli spazi verdi circostanti il Castello- Progetto preliminare del sistema coordinato di parcheggi di scambio nel Centro Storico – Parco Cammino Nuovo. 32 voti favorevoli su 33 presenti. http://andreascano.blog.tiscali.it/2014/02/22/castello-piu-spazio-al-verde-lunione-sarda-20-febbraio-2014/
 
Consiglio Comunale, 19 febbraio 2014
 Ha aperto la seduta la mia interrogazione sullo stato del patrimonio immobiliare, che a mio avviso deve essere uno dei temi prioritari. L’Assessore ai Lavori Pubblici Luisa Anna Marras non ha potuto dare una risposta esaustiva ai miei quesiti in quanto assente l’Assessore all’Urbanistica Paolo Frau. Anche a lei è parso inusuale che allo stato attuale non esista un censimento degli immobili affidati ad altri servizi e assessorati. E’ assolutamente necessario acquisire tutti gli elementi conoscitivi ed è essenziale che il tema del patrimonio diventi realmente una delle priorità:  i nostri immobili potrebbero essere dati ad associazioni e enti che svolgono attività sul territorio, dobbiamo assolutamente impegnarci affinché questo sia possibile. Per quanto riguarda poi i contratti di locazione di nostri ben per attività commerciali private, è importante capire chi abbia in affitto i nostri beni e se i contratti di locazione siano adeguati ai prezzi di mercato, dato che interessa anche i nostri revisori dei conti. Non è la prima volta che mi occupo di questo tema (avevo presentato un’interrogazione in aula il 20 marzo dello scorso anno) e non smetterò fino a quando sul patrimonio non ci sarà maggiore chiarezza nonché un utilizzo più razionale dello stesso.
 A seguire altre cinque interrogazioni
 -       l’interrogazione del Consigliere Pdl Maurizio Porcelli relativa al condominio di Via della Pineta 77,un immobile di edilizia comunale a canone d’affitto agevolato. Il contratto in oggetto conterrebbe un errore di calcolo nel calcolo dei mq. L’Assessore Marras ha confermato un 5% non dovuto ed ha garantito che verrà fatta nell’immediato una modifica contrattuale.
-       L’interrogazione del Consigliere Udc Renato Serra sulla riqualificazione dello Stadio S.Elia, la cui capienza è ridotta a soli cinquemila spettatori. L’Assessore Marras, ancora una volta chiamata in causa, ha riportato lo stato dell’arte: sono state eseguite alcune prove di carico che verranno presentate subito alla commissione provinciale al fine di ottenere celermente l’autorizzazione a superare i cinquemila posti.
-       L’interrogazione del Consigliere Psd’az Paolo Casu sul pagamento dei ticket di sosta nei parcheggi di Via Angioy. Ha replicato l’Assessore ai Trasporti Mauro Coni dichiarando che le macchinette per il pagamento dei parcheggi sono state già sollecitate in vari punti della città.
-       L’interrogazione del Consigliere Pierluigi Mannino (Patto per Cagliari) inerente la concessione dei contributi per attività culturali e di spettacolo. In particolare il documento lamenta alcune doppie attribuzioni a qualche operatore. L’Assessore alla Cultura Enrica Puggioni ha spiegato che tale situazione deriva da un recepimento del precedente regolamento. Barbara Argiolas, Assessore alle Attività produttive, ha poi ribadito che gli operatori in questione sono stati ritenuti meritevoli di una doppia contribuzione.
-       L’interrogazione del Consigliere Claudio Cugusi (Gruppo misto) sui disagi del quartiere di San Bartolomeo. I residenti richiedono la realizzazione di un marciapiede nello sterrato che collega le vie Canepa e San Bartolomeo, dove è presente la fermata del bus. L’Assessore Coni ha dato prontamente rassicurazioni in merito, dichiarando che tale disagio verrà risolto nell’ambito di una serie di lavori previsti, ed oggi in fase di appalto,  nell’ambito di una revisione complessiva della viabilità nella zona in questione.
 A seguire sono stati approvati due debiti fuori bilancio relativi a due sentenze del TAR Sardegna, rispettivamente di circa 2.800 euro e 3.500.
 I lavori si sono conclusi con l’illustrazione e l’avvio della discussione del programma Triennale 2014/2016 con relativo elenco annuale dei lavori pubblici. http://matteoleciscoccoortu.wordpress.com/2014/02/19/programma-triennale-delle-opere-pubbliche-2014-2016-opencagliari/
Pubblicato in Sedute del Consiglio Comunale | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 1 commento