Consiglio Comunale,17 luglio

Il consiglio si è aperto con la surrogazione del Consigliere Massimo Fantola con Gianfranco Mariano Lancioni,in lista con l’UDC (subentrato in base al calcolo dei resti).Do il mio benvenuto al nuovo collega.
 Sono seguite due interrogazioni:
- l’interrogazione dei Consiglieri Idv, Giovanni Dore e Ferdinando Secchi sulle notizie stampa riguardo l’eternit al Poetto, risalenti al 2004 e sulle prospettive future della spiaggia.
Nel gennaio 2004 su La Nuova Sardegna appariva un articolo nel quale si parlava della presenza di frammenti di eternit sparsi per l’arenile. Il giornalista individuava tre possibilità: la demolizione dei casotti, il rinascimento del 2002 e le mareggiate. E’ in corso una ricerca sugli archivi correnti, dove l’Assessore ai Servizi Tecnologici Pierluigi Leo ha confermato non esserci traccia di alcun carteggio o iniziativa presa; ha inoltre ribadito che gli interventi sull’arenile son partiti dalla segnalazione di un cittadino. Sono stati asportati quasi 400 chilogrammi di cemento-amianto e si sta procedendo velocemente con il secondo lotto; fortunatamente al momento non è stata riscontrata nessuna presenza di fibre libere. L’Assessore Leo ha inoltre aggiunto, in merito al disastroso rinascimento di dieci anni fa, che far sparire la sabbia grigia risulterebbe molto difficile, ma ha anche aggiunto che si sta lavorando per capire le eventuali possibilità di far tornare la sabbia bianca di una volta. Il Consigliere Dore ha poi preso la parola per ribadire le sue perplessità in merito alle mancate verifiche effettuate dalle precedenti amministrazioni a fronte della segnalazione del 2004; chi non ha fatto gli opportuni controlli potrebbe essere accusato di omissione.
-l’interrogazione del Consigliere Maurizio Porcelli (Pdl) sui servizi igienici dei giardini pubblici di Viale San Vincenzo. Il Consigliere ha lamentato come i servizi igienici siano sempre fuori uso ed ha proposto il posizionamento di due bagni chimici all’ingresso dei giardini. L’Assessore all’Urbanistica Paola Frau ha replicato che i servizi NON sono SEMPRE fuori uso ma QUASI SEMPRE funzionanti; quando subentra un guasto si provvede tempestivamente. Ma è anche vero che nella stagione estiva, con l’aumentare dell’utenza, sarebbe comunque necessario aumentare la dotazione. L’assessore ha dunque ipotizzato che il prossimo bando di gestione del chiosco-bar, contempli che l’assegnatario abbia in capo anche la gestione dei servizi igienici.
Terminato il tempo dedicato alle interrogazioni si è proseguito con la trattazione della proposta di deliberazione del Consiglio inerente l’approvazione di un piano attuativo in materia urbanistica di un’area sita tra il viale Monastir e il viale Elmas (zona via del Fangario). Trattandosi di un’area industriale con cave di argilla ormai dismesse parliamo di un pezzo di memoria storica della nostra città; una zona con grandi potenzialità che potrebbe accogliere un futuro parco. L’intervento relativo al primo stralcio in oggetto interessa un’area di 45.000 mq, ospitante una volumetria residenziale di 22.576 mc. Un tassello che insieme ad altri, contribuirà alla crescita della nostra città in nome di un riuso ordinato, civile e decoroso di questa area industriale dimenticata. La proposta è stata approvata con 30 voti favorevoli su 34 presenti.
Si è dunque passati alle tre mozioni all’ordine del giorno:
- la mozione del Consigliere Giuseppe Farris (Pdl) e più per una manifestazione di solidarietà nei confronti dei marò Girone e Latorre attualmente detenuti in India, accusati di essere implicati nella morte di due pescatori indiani del Mar Arabico. Il documento impegna Consiglio Comunale, Sindaco e Giunta ad esprimere solidarietà alle famiglie dei marò e al comando di appartenenza. Il documento è stato approvato all’unanimità con 31 voti favorevoli (io non ero in Aula in quel momento).
-la mozione con oggetto “Nuove disciplina dei compensi dei componenti dell’organo amministrativo e di controllo delle società ed altri enti partecipati o controllati dal Comune di Cagliari” firmatadai consiglieri Enrico Lobina (Fed Sin), Giovanni Dore (Idv) ed da me.
Il documento impegna la Giunta ad adeguare la normativa comunale al fine di determinare gli emolumenti per la carica di amministratore ed i compensi per gli amministratori esecutivi (Presidente del Consiglio di Amministrazione e Amministratore unico), nonché delle figure amministrative apicali (direttori generali e dirigenti). Il documento è un atto di indirizzo; la regolamentazione resta di competenza della Giunta. Durante il dibattito, il Consigliere Davide Carta (Pd) ha ribadito come la mozione si inserisca in una politica di pulizia della spesa pubblica ed abbia anche la valenza di ricordarci la necessità di un atto di indirizzo per stabilire gli emolumenti nelle nostre partecipate, anche sulla base della normativa nazionale, al fine di garantire maggiore equità e giustizia; l’applicazione di un sistema di premialità contribuirebbe concretamente al bene della collettività. L’aula ha approvato il documento con 33 voti favorevoli su 34 presenti.
-la mozione presentata dalla Commissione Consiliare Politiche Sociali presieduta dal Consigliere Fabrizio Rodin (Pd) per il monitoraggio e la valutazione delle azioni politiche sociali del Comune di Cagliari, affidando ad un soggetto terzo, una ricerca sulle azioni poste in essere dall’Assessorato ai Servizi Sociali al fine di predisporre un sistema di monitoraggio e valutazione delle politiche sociali e del grado di soddisfazione dei cittadini. Sono intervenuto per esporre tutte le mie perplessità: i primi controllori infatti dovremmo essere noi Consiglieri, di maggioranza e di opposizione. Ho votato, poco convintamente,  perché faccio parte di questa maggioranza, ricordando tra l’altro, a proposito della valutazione, l’importanza di individuare vari soggetti terzi e non necessariamente l’Università come unico “valutatore terzo”. L’assessore ai Servizi Sociali Susanna Orrù ha dichiarato che sin dal momento del suo insediamento si è chiesta come mai non ci fosse un sistema di rivelazione della qualità dei servizi offerti: l’assessorato intende offrire servizi effettivamente utili. La mozione è stata approvata con 28 voti favorevoli su 29 presenti.
Questa voce è stata pubblicata in varie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Consiglio Comunale,17 luglio

  1. cinzia ha detto:

    preciso e prezioso come sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...